Festival Tensioni

Una riflessione sul presente.
Un Festival multidisciplinare raccontato da suoni, visioni, corpi, parole, arte, fotografia, poesia.
Navigando alla ricerca di una rotta fra i dubbi propri e le certezze altrui, ci interroghiamo su che tipo di società vogliamo diventare. Raccogliamo esempi dell’agire in maniera diversa, riscoprendo la spinta, che viene dalle emozioni, dal moto di andare verso l’altro riconoscendolo come pari e diverso.
Recuperiamo l’idea di slancio, rispetto a un pensiero diffuso che ci vuole unidimensionali.
Contrastiamo una visione della società totalmente anaffettiva, in cui le parole simpatia, empatia, solidarietà sono svuotate di senso o addirittura messe al bando, dove si sostituisce una prospettiva volta al possibile, con la paura.
Raccogliere urgenze, costruire piccoli linguaggi, provare a trovare risposte in piccole esperienze per restituire una diversa e possibile percezione della realtà, ecco una delle nostre tensioni.

Festival Tensioni 2021 – Geografie delle Relazioni

FESTIVAL DI ARTI E SGUARDI SUL PRESENTE

 

Contenuti, connessioni con altre forme del sapere, trasversalità dei linguaggi, incroci e contaminazioni che generano nuove forme narrative per coinvolgere emotivamente il nostro interlocutore, renderlo curioso, attivo e partecipe: ecco il nostro Festival.
Tensioni è un festival multidisciplinare di arti e sguardi sul tempo presente raccontato da suoni, visioni, corpi, parole, musica, arte: un viaggio attraverso le tensioni del quotidiano, le energie che generano i cambiamenti, le scosse che aprono nuove destinazioni.
Il tema “Geografia delle relazioni” fa riferimento all’essenza dell’umanità, perché l’uomo vive e si muove in un intreccio di relazioni intersoggettive ed extrasoggettive di cui il festival intende ricostruire una “geografia”.
Proponendo un racconto a più voci, quest’anno indagheremo il concetto di identità e genere, mettendo in campo un racconto articolato per riflettere sulla persona in maniera diversa, inventando nuove strutture di pensiero, immagini, per porre l’accento su figurazioni alternative, per innescare nuovi modi di pensare.
Un nuovo campo del sapere si è venuto costituendo negli ultimi trent’anni, quello degli studi sul genere o gender. Ne sono oggetto i rapporti tra genere, corpo, sessualità e soggetto, linguaggio, ridefiniti con strumenti di analisi interdisciplinari. Le relazioni fra gli esseri umani ci impongono una nuova modalità di pensiero e di rinnovamento del reale conosciuto attraverso schemi canonici e consolidati.
La riflessione sulla non violenza e sull’eguale dignità di ogni essere vivente si impone senz’altro oggi come urgente e se la storia di ognuno di noi è il prodotto di molteplici “intersezioni” fra diverse categorie sociali, in questi crocevia di esperienze si snodano spazi di opportunità e per ogni intersezione c’è infatti una storia che merita di essere raccontata.
Quattro le rotte direzionali che compongono l’ideale mappa delle relazioni che andremo ad esplorare, in cui sono raggruppati gli eventi del Festival:
LE ROTTE DEL LINGUAGGIO
TRAME DI UMANITÀ
NUOVE MAPPE
CINTURE DI INSICUREZZA

 

«esistere significa letteralmente essere al di fuori di sé, essere un confine permeabile, una tensione desiderante esposta agli altri…» Judith Butler.

 

Consulta la rassegna stampa a questo link.
INFO-BIGLIETTI-PRENOTAZIONI
Modalità di acquisto dei biglietti e di accesso agli eventi.
Per garantire la sicurezza del pubblico, le capienze dei luoghi del festival sono state riviste in modo da assicurare il distanziamento tra le persone nel rispetto delle norme per la prevenzione del Covid-19.
SPETTACOLI ED EVENTI
Tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito ad eccezione di:
• Una sera con Drusilla: chiacchiere, domande, canzoni (01/ottobre ore 21:00)
• Loose Dogs (02/ottobre ore 18:00)
• Facile (02/ottobre ore 21:30)
• A peso morto (03/ottobre ore 18:00)
Biglietto con posto unico numerato € 5,00 cad.
Ingresso gratuito bambini fino a 12 anni compiuti e accompagnatori di diversamente abili.
Promozione Festival: con l’acquisto del pacchetto che comprende i tre spettacoli a pagamento, in omaggio l’ingresso alla mostra Robert Doisneau – Palazzo Roverella Rovigo, offerto da Rovigo Convention & Visitors Bureau e Confcommercio Imprese per l’Italia.
PREVENDITA BIGLIETTI
Da lunedì 27 settembre a giovedì 30 settembre
dalle ore 10:00 alle ore 13:00 c/o La Fabbrica dello Zucchero, viale Porta Adige 45, Rovigo
Acquisto biglietti nei giorni del festival
presso il desk dello Spazio A, CenSer Spa-Rovigo Fiere, viale Porta Adige 45 dalle ore 09:30
È consigliata la prenotazione
Tel. +39 371 38.44.360;
info@lafabbricadellozucchero.com
INFO POINT
Edicola di Piazza Garibaldi, Rovigo
Sabato 25 settembre Orari 10:00-13:00 / 16:00-20:00
Domenica 26 settembre Orari 10:00-13:00 / 16:00-20:00
Venerdì 01 ottobre Orari 10:00-13:00 / 16:00-20:00
Sabato 02 ottobre Orari 10:00-13:00 / 16:00-20:00
Domenica 03 ottobre Orari 10:00-13:00
ATTESTATI DI PARTECIPAZIONE
Per richiedere l’attestato di partecipazione (solo per gli eventi dal vivo), inviare un’e-mail all’indirizzo info@lafabbricadellozucchero.com, indicando il proprio nominativo e gli eventi a cui si è partecipato. Il riconoscimento dei crediti formativi è a discrezione della propria facoltà/ente/istituto scolastico di riferimento.
Il programma potrebbe subire modifiche. Segui i canali informativi del festival per tutti gli aggiornamenti.
USA L’HASHTAG UFFICIALE DEL FESTIVAL
#tensioni2021
1 Sala Bisaglia
2 Teatro Spazio A
3 Hall Spazio A
4 Agorà Spazio A
5 Box Spazio A
6 Cortile Spazio A
7 Sala Colonne
8 Sala Rigolin
9 Ristorante da Mino
NORME DI COMPORTAMENTO
In tutte le sedi del festival saranno applicate le norme di sicurezza. È obbligatorio mantenere la distanza di almeno un metro, presentarsi con la mascherina e il Green Pass. Il personale si prenderà cura del pubblico in fase di ingresso, uscita e per ogni spostamento.
Si invita il pubblico al rispetto del luogo dell’evento, ad occupare esclusivamente il posto assegnato e a mantenere un comportamento corretto durante l’esecuzione dello spettacolo.
1) Per l’ingresso, si consiglia di presentarsi per tempo per evitare assembramenti, muniti di titolo di ingresso e Green Pass.
2) Indossare la mascherina.
3) Utilizzare i sistemi per la disinfezione presenti in loco.
4) Mantenere le distanze interpersonali di almeno 1 metro.
5) Rispettare la segnaletica e le indicazioni che verranno date sul luogo del festival.
6) Non consumare cibo e bevande durante gli eventi.
7) I telefoni cellulari vanno disattivati prima dell’inizio degli spettacoli.
8) È vietato fotografare gli eventi con o senza flash ed effettuare qualunque tipo di ripresa audio/video senza autorizzazione.
9) È severamente vietato arrampicarsi e scavalcare recinzioni, separatori e strutture.
10) È vietato sostare in prossimità di passaggi, vie di accesso e di uscita, uscite ed ingressi, scale ed ogni altra via di fuga.
11) È severamente vietato introdurre qualsiasi oggetto contundente che possa arrecare danno a sé o agli altri (come coltelli, forbici, caschi).
12) Per l’utilizzo dei servizi igienici si ricorda di indossare la mascherina e di disinfettare le mani in entrata e in uscita.
La Fabbrica dello Zucchero può rifiutare l’ingresso a coloro che:
– non rispettano le prescrizioni di sicurezza COVID-19;
– si presentino in evidente stato di alterazione;
– dimostrino comportamenti aggressivi;
– non permettano il controllo di borse e zaini a richiesta del personale di sorveglianza.
La Fabbrica dello Zucchero si riserva il diritto di apportare alla programmazione annunciata variazioni di data, orario e/o programma che si rendano necessarie.
Nel contesto degli eventi svolti in pubblico, gli spettatori potrebbero apparire in riprese fotografiche e/o video effettuate dagli organizzatori per scopi di pubblicazione editoriale — inclusi web e social network — legati alla manifestazione.
Ideazione e progettazione artistica
La Fabbrica dello Zucchero
Coordinamento
Claudio Ronda
Amministrazione
Claudio Curina
Gestione artisti
Alessandro Alfonsi
Organizzazione e logistica
Annalaura Dolcetto
Ufficio stampa
Beatrice Tessarin
Direttore tecnico
Gianluca Quaglio
Supporto tecnico
Carlo Service
Paolo Mariotto
Gabriele Baldo
Art direction
Ida Studio
Progettazione grafica
Nicolò Politi
Comunicazione, web e social
Annalaura Dolcetto, Nicolò Politi
Video
Alberto Gambato
Foto
Valentina Zanaga
Progetto scuole
Federica Boniolo
Accoglienza
IPSEOA “G. Cipriani” Adria
Web Radio
Liceo Scientifico Statale “P. Paleocapa” Rovigo
Webzine
Liceo Classico “Celio Roccati” Rovigo
Un ringraziamento speciale al personale di CenSer Spa-Rovigo Fiere e a tutti gli amici che sostengono il Festival.

02-03/ottobre
per tutto il Festival
Hall Spazio A

apertura e accoglienza

a cura degli studenti dell’IPSEOA “G. Cipriani” di Adria (PCTO 2021).

 

02-03/ottobre
ore 10:00-20:00

Box Spazio A
CINTURE DI INSICUREZZA
AUTORITRATTO IN 3 ATTI
video arte di Diana Anselmo

ingresso gratuito

 

02-03/ottobre
ore 10:00-20:00

Agorà Spazio A
LE ROTTE DEL LINGUAGGIO
POSTCARDS FROM OTHER WORLDS
mostra di Dario Carta

ingresso gratuito

 

02-03/ottobre
ore 10:00-20:00

Teatro Spazio A

CINTURE DI INSICUREZZA
COLLISIONI
installazione di P0int – punto zero

ingresso gratuito

 

02-03/ottobre
ore 17:00-19:00
Cortile Spazio A
TRAME DI UMANITÀ
TOCCA (AL)LA MIA STORIA: ASCOLTA LE DISCRIMINAZIONI DI CUI NESSUNO PARLA
site specific a cura del Gruppo Scout Rovigo 2 Clan Sirio

ingresso gratuito

 

02-03/ottobre
ore 10:00-12:00
ore 15:30-20:00
LA WEB RADIO DEL FESTIVAL
trasmessa sulla pagina Facebook de La Fabbrica dello Zucchero
@FabbricaDelloZucchero

a cura degli studenti del Liceo Scientifico Statale “P. Paleocapa” di Rovigo (PCTO 2021).

 

02-03/ottobre
per tutto il Festival
IL WEBZINE DEL FESTIVAL
Sito web de La Fabbrica dello Zucchero
a cura degli studenti del Liceo Statale “Celio-Roccati” di Rovigo (PCTO 2021).

 

 

Si ringrazia:

Rovigo città che legge

per gli interventi musicali: Paola Magosso, arpa

e il Team delle Arpiste seguite dalla docente Sabina Baratella

01/OTTOBRE

ore 21:00
Teatro Spazio A
CINTURE DI INSICUREZZA
anteprima Festival Tensioni
UNA SERA CON DRUSILLA: CHIACCHIERE, DOMANDE, CANZONI
incontro con Drusilla Foer intervistata da Andrea Zanforlin

biglietto posto unico numerato € 5,00

02/OTTOBRE

ore 10:00
Teatro Spazio A
NUOVE MAPPE
ADOLESCENZE FLUIDE
incontro con Giuseppe Burgio

ingresso gratuito

 

ore 11:30
Teatro Spazio A
CINTURE DI INSICUREZZA
IN HER SHOES
cortometraggio di Maria Iovine

ingresso gratuito

 

ore 12:15
Agorà Spazio A
LE ROTTE DEL LINGUAGGIO
POSTCARDS FROM OTHER WORLDS
presentazione della mostra di Dario Carta

ingresso gratuito

 

ore 15:00
Teatro Spazio A
NUOVE MAPPE
THREE AIRS
performance in diretta streaming di Park Na Hoon Dance Company & Y’s U Performing Group

ingresso gratuito

 

ore 16:30
Sala Rigolin
LE ROTTE DEL LINGUAGGIO
DIVERSITÀ: TRA RAPPRESENTANZA E RAPPRESENTAZIONE
incontro con Eva Vittoria Cammerino, Francesca Cavallo (da remoto), Attilio Palmieri
condotto da Irene Ghirotto

ingresso gratuito

 

ore 18:00
Teatro Spazio A
TRAME DI UMANITÀ
LOOSE DOGS
site specific di Emanuela Serra / Balletto Civile

biglietto posto unico numerato € 5,00

 

ore 19:30
Teatro Spazio A
CINTURE DI INSICUREZZA
IN HER SHOES
cortometraggio di Maria Iovine

ingresso gratuito

 

ore 21:30
Sala Bisaglia
LE ROTTE DEL LINGUAGGIO
FACILE
concerto di Davide Boosta Dileo

biglietto posto unico numerato € 5,00

03/OTTOBRE

ore 10:00
Agorà Spazio A
CINTURE DI INSICUREZZA
COLLISIONI
presentazione dell’installazione di P0int – punto zero

ingresso gratuito

 

ore 11:00
Teatro Spazio A
NUOVE MAPPE
ODISSEA DELLE DIVERSITÀ
performance e cortometraggio di Andrea Zanforlin

ingresso gratuito

 

ore 15:00
Agorà Spazio A
CINTURE DI INSICUREZZA
presentazione progetto
AUTORITRATTO IN 3 ATTI
presentazione del progetto di Diana Anselmo e dell’Associazione Al.Di.Qua. Artists

ingresso gratuito

 

ore 16:30
Agorà Spazio A
LE ROTTE DEL LINGUAGGIO
MOLTI: DISCORSO SULLE IDENTITÀ PLURIME
incontro con Giovanni Boniolo

condotto da Federica Boniolo

ingresso gratuito

 

ore 18:00
Teatro Spazio A
TRAME DI UMANITÀ
A PESO MORTO
site specific di Carlo Massari/C&C Company

biglietto posto unico numerato € 5,00

 

ore 19:30
Teatro Spazio A
CINTURE DI INSICUREZZA
IN HER SHOES
cortometraggio di Maria Iovine

ingresso gratuito

CINTURE DI INSICUREZZA

anteprima Festival Tensioni

01/ottobre
ore 21:00
Teatro Spazio A

UNA SERA CON DRUSILLA: CHIACCHIERE, DOMANDE, CANZONI

Incontro spettacolo con Drusilla Foer intervistata da Andrea Zanforlin

 

Di origine toscana, cantante, attrice e autrice, Drusilla Foer è da tempo un’icona di stile. Frequenta con successo teatro, televisione, radio e cinema, ed è una star di culto sul web e sui social network, dove pubblica video esilaranti. Personaggio irriverente e antiborghese, si presta spesso al sostegno di cause sociali importanti. È autrice e interprete di due spettacoli teatrali: Eleganzissima, recital fra musica e racconto, e Venere Nemica, spettacolo ispirato alla favola di Amore e Psiche. Nel 2021 è la voce narrante in scena dell’Histoire du Soldat di Stravinskij al Teatro Olimpico di Vicenza. Al cinema ha recitato tra l’altro in Magnifica presenza di Ferzan Özpetek e nel recente Sempre più bello diretto da Claudio Norza. Fra le varie esperienze televisive è stata giudice di Strafactor, talent nel talent di X Factor, poi protagonista del talk di Piero Chiambretti CR4 – La Repubblica delle Donne. Recentemente è stata ospite residente in Ciao Maschio su Rai 1 con Nunzia Di Girolamo mentre da alcuni mesi in radio è ospite fissa del programma Facciamo finta che… di Maurizio Costanzo e Carlotta Quadri su R101. Il 5 ottobre, edito da Mondadori, esce Tu non conosci la vergogna, il suo primo libro.

In Una sera con Drusilla Madame Foer si racconta al pubblico con la pungente ironia che la contraddistingue, risponde a domande sulla sua vita e la nostra, in una serata brillante fra parole e qualche canzone.

 

BIGLIETTO POSTO UNICO NUMERATO € 5,00

NUOVE MAPPE

 

02/ottobre
ore 10:00
Teatro Spazio A

ADOLESCENZE FLUIDE

incontro con Giuseppe Burgio

 

Come vivono la sessualità gli/le adolescenti di oggi? E come viene rappresentata? Nel corso di un incontro colloquiale con Giuseppe Burgio, docente di pedagogia presso l’Università “Kore” di Enna, dialogheremo di adolescenze, sessualità e fluidità. Tutte declinate rigorosamente al plurale. In un viaggio tra serie tv e teen drama, ricerche accademiche e categorie del mondo adulto, non (più) sufficienti nel mappare i comportamenti sessuali degli adolescenti e delle adolescenti.

Giuseppe Burgio, è Professore Associato di Pedagogia Generale e Sociale all’Università di Enna Kore, Graduated SYLFF Fellow della Tokyo Foundation for Policy Research e Direttore del CIRQUE-Centro Interuniversitario di Ricerca Queer. Tra le sue pubblicazioni, Adolescenza e violenza. Il bullismo omofobico come formazione alla maschilità (Mimesis, 2012, vincitore del Premio Nazionale della Società Italiana di Pedagogia), Comprendere il bullismo femminile. Genere, dinamiche relazionali, rappresentazioni (Franco Angeli 2018) e Fuori binario. Bisessualità maschile e identità virile (Mimesis 2021).

 

INGRESSO GRATUITO

CINTURE DI INSICUREZZA

 

02/ottobre
ore 11:30 e 19:30

03/ottobre
ore 19:30

Teatro Spazio A

IN HER SHOES

cortometraggio di Maria Iovine

Durata 20′

 

Il corto propone un mondo distopico in cui i ruoli uomo-donna sono invertiti, rovesciato, dove il “potere” sia delle donne e l’uomo venga messo nella condizione di doversi organizzare per rispondere socialmente ad una lotta spesso impari con l’altro sesso. La fotografia di questo “ideale” ribaltamento di ruoli è la base dalla quale prende forma il cortometraggio dal titolo In Her Shoes, firmato da Maria Iovine, che si è aggiudicato l’importante Premio Zavattini ed è stato finalista ai Nastri D’Argento.

Maria Iovine regista e montatrice cinematografica è da sempre impegnata nelle tematiche relative all’universo femminile, attualmente Maria Iovine sta lavorando al documentario A corpo a corpo, su Veronica Yoko Plebani, vincitrice della medaglia di bronzo nel Triathlon ai Giochi Paralimpici di Tokyo 2020.

 

INGRESSO GRATUITO

LE ROTTE DEL LINGUAGGIO

 

EVENTI CONTINUATIVI

mostra

02-03/ottobre
ore 10:00-20:00
Agorà Spazio A

 

presentazione progetto

02/ottobre
ore 12:15
Agorà Spazio A

 

POSTCARDS FROM OTHER WORLDS

Dario Carta

 

L’installazione “Postcards from other worlds” nasce per stimolare una riflessione sul tema della molteplicità dell’identità. Dodici immagini associano l’elaborazione grafica di fotografie di nudi di inizio Novecento alla simbologia del discusso fotografo Robert “Bob” Henry Mizer: un moderno alfabeto di geroglifici del corpo che, tra intimità, desiderio e ironia, creano un suggestivo cortocircuito semantico/relazionale. Ogni immagine è accompagnata da un pensiero di artist* e intellettuali provenienti da tutto il mondo, promuovendo idee e stimolando nuove visioni. È un invito alla ricerca di un alfabeto personale per potersi dire, superando le categorie e svelandone al tempo stesso i limiti. È l’incitazione a tracciare un proprio segno, unico, in una costellazione di relazioni in costante metamorfosi.

Dario Carta, fondatore dello studio #cartadesign, è un designer dalla formazione eclettica: grafica, storica e antropologica. È segretario generale di AIAP – Associazione italiana design della comunicazione visiva.

 

INGRESSO GRATUITO

NUOVE MAPPE

 

02/ottobre
ore 15:00
Teatro Spazio A

THREE AIRS

Park na hoon Dance Company & Y’s U performing group

diretta streaming dal Teatro Kamagol, Busan, Korea del Sud
performance di Park na hoon dance company & Y’s U performing group
coreografia, Park na hoon
direttore di scena, Kim Jae Kwon
danzatori, Nam Do Uk, Yo Seob Kang, Joo Eun Haattori,
attori, Sang Mok Kim, Jae Bong Ha, Min Jeong Lee, Yu Ra Ko

 

La nostra identità è continuamente esposta, è come un fiore che per vivere ha bisogno di aria.
L’essere umano respira al di là di ogni genere, di ogni confine e di qualsiasi altra definizione. Il respiro è tutto per me: un respiro felice, un respiro triste, un respiro appassionato.
Three airs racconta il vuoto, la solitudine e l’entusiasmo di un essere umano che come un fiore è mosso dall’aria e respira al di là di ogni definizione.” – Park Na Hoon

La Park na hoon Dance Company è stata riconosciuta dall’Art Council Coreano nel 2003. Il direttore Park Na Hoon è stato riconosciuto e premiato nel 2004, dalla critica di settore, come miglior coreografo e nel 2007 la sua coreografia Three Airs ha partecipato al Performing Arts Market di Seoul (PAMS). La compagnia è molto attiva all’estero con progetti di formazione e residenze artistiche.

 

INGRESSO GRATUITO

LE ROTTE DEL LINGUAGGIO

 

02/ottobre
ore 16:30
Sala Rigolin

DIVERSITÀ: TRA RAPPRESENTANZA E RAPPRESENTAZIONE

incontro con Eva Vittoria Cammerino, Francesca Cavallo (da remoto) e Attilio Palmieri

condotto da Irene Ghirotto

 

L’importanza di far immaginare alle giovani donne un mondo paritario per poi crearlo davvero.
Racconto di una giovane Italia ancora molto stereotipata ma con grandi potenzialità e della necessità di riportare i giovani in politica per arrivare a cambiamenti coraggiosi e radicali capaci di rivoluzionare la società verso un modello più egualitario.
Quanto la presenza di persone appartenenti a categorie marginalizzate (in particolare per quanto riguarda l’identità di genere) all’interno dell’industria e in particolare nei ruoli creativi principali incide sulle storie che vediamo? Per ritratti più autentici e meno stereotipati è necessario uno sguardo interno e differente da quello dominante.

 

Eva Vittoria Cammerino è co-fondatrice della scuola politica Prime Minister per ragazze dai 14 ai 19 anni con l’obiettivo di partire dalle più giovani per spingere l’Italia verso una piena e concreta parità di genere a partire dalla rappresentanza politica e arrivando a tutti gli altri ambiti.
Francesca Cavallo, scrittrice e regista teatrale, è co-autrice del libro Storie della buonanotte per bambine ribelli. Appassionata imprenditrice e innovatrice sociale, promuove valori come la diversità, la parità dei diritti e la sostenibilità.
Attilio Palmieri è Dottore di Ricerca in Arti Visive, Performative e Mediali presso l’Università di Bologna e si occupa da anni di serialità televisiva in ambito accademico e critico. Fa attivismo femminista ed è specializzato nell’analisi della rappresentazione di genere nelle storie, in particolare per quanto riguarda cinema e serie tv.

 

INGRESSO GRATUITO

TRAME DI UMANITÀ

 

02/ottobre
ore 18:00
Teatro Spazio A

LOOSE DOGS

site specific di Emanuela Serra/Balletto Civile

ideazione, Emanuela Serra, Alessandro Pallecchi, Guido Affini
suono, Guido Affini
testi, Emanuela Serra
produzione, Balletto Civile
grazie al Teatro della Tosse Fondazione Luzzati

 

Loose Dogs è un site specific che rappresenta la seconda tappa di una ricerca iniziata nel 2016 da Emanuela Serra, i cui cardini sono una scrittura drammaturgica originale, la creazione di un disegno sonoro eseguito dal vivo a sostegno dell’immaginario fisico e vocale, la connessione corpo-voce e una messa in scena ispirata alle graphic-novel. I testi di Loose Dogs affrontano il contemporaneo, rileggendolo in chiave spietata e poetica. Il punto di vista è quello di un animale da bar, una “roccia” che ha iniziato a sgretolarsi.

Emanuela Serra è tra i fondatori di Balletto Civile, collettivo nomade di performers.

 

BIGLIETTO POSTO UNICO NUMERATO € 5,00

LE ROTTE DEL LINGUAGGIO

 

02/ottobre
ore 21:30
Sala Bisaglia

FACILE

CONCERTO DI Davide Boosta Dileo

pianoforte, Davide Boosta Dileo

 

Ultimo progetto di Boosta, Facile si presenta come un mix tra la musica contemporanea del Novecento e le reminiscenze del repertorio pianistico di Dileo.

Davide Boosta Dileo, torinese, classe 1974 è un artista poliedrico con una carriera più che ventennale. Tastierista e co-fondatore dei Subsonica, Davide è anche compositore, DJ, autore e conduttore radio-televisivo. Con il nome d’arte di Boosta è considerato uno dei migliori DJ italiani, importanti sono però anche i brani di cui è autore e le esperienze anche come scrittore, nel 2010 diventa direttore artistico di Bookstock, lo spazio del Salone del Libro di Torino dedicato ai ragazzi e nello stesso anno dà vita alla casa editrice AAD.

 

BIGLIETTO POSTO UNICO NUMERATO € 5,00

CINTURE DI INSICUREZZA

 

EVENTI CONTINUATIVI

installazione

02-03/ottobre
ore 10:00-20:00
Teatro Spazio A

 

presentazione installazione

03/ottobre
ore 10:00
Agorà Spazio A

 

COLLISIONI

P0int-punto zero

 

Il centro di questa mostra è la collisione tra l’individuo e l’esterno attraverso l’interdisciplinarità delle materie artistiche. Quel momento in cui veniamo colpiti da una realtà a noi sconosciuta, in cui la nostra identità viene messa in discussione e la nostra realtà lascia il posto alle diverse declinazioni del mondo. Una riflessione sulla capacità acquisita dall’individuo di saper riconoscere interno ed esterno, alla costruzione dell’io e al loro scopo.

 

P0int-punto zero è un collettivo d’arte nato nel 2019 dalla collaborazione tra studenti dell’Accademia di belle Arti di Venezia. Questa è la loro terza partecipazione al festival Tensioni.

Jacopo Zambello nasce a Rovigo nel 1999. Nel 2018 inizia il triennio di Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia. Nel 2019 co-fonda il collettivo P0int.
Fernanda Lira nasce a Arequipa nel 1998. Nel 2019 inizia il triennio di Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia.
Angela Trione nasce a Rovigo nel 1998. Nel 2017 inizia il triennio in Decorazione presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia, conseguendo il diploma nel 2021. Nel 2019 co-fonda il collettivo P0int.
Irene Stellin nasce a Noventa Vicentina nel 1998. Nel 2017 inizia il triennio in Decorazione presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia.
Milan Njagojevic nasce a Belgrado nel 1996. Ha studiato Scultura presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia, durante la quale si è appassionato all’arte degli effetti speciali, make-up e scenografia di cinema e teatro.

 

INGRESSO GRATUITO

CINTURE DI INSICUREZZA

 

03/ottobre
ore 11:00
Teatro Spazio A

ODISSEA DELLE DIVERSITÀ

performance e cortometraggio di Andrea Zanforlin

ideazione e regia, Andrea Zanforlin
oggetti di scena, Daniele Totaro
danza terapeuta, Elena Guzzon
educatrice, Giulia Bulgarelli
musicista, Alberto Polato

 

Il progetto nasce da un percorso laboratoriale annuale sul testo dell’Odissea dove sono coinvolte quattro persone diversamente abili e quattro maestri d’arte.
Il cortometraggio approfondisce e amplia il tema del viaggio con spunti di riflessione sull’identità e sulla alterità, con suoni e voci che danno ritmo emotivo e colore al racconto.
Le performance uniscono movimento, voce e musica in una goccia visiva di forte impatto.

Andrea Zanforlin attore, è ideatore e regista del progetto, nel sociale lavora come operatore in teatro- terapia a favore di soggetti portatori di disabilità frequentanti il Centro di formazione ESS.Agi.

 

INGRESSO GRATUITO

CINTURE DI INSICUREZZA

 

EVENTI CONTINUATIVI

video performance

Durata 7′

02-03/ottobre
ore 10:00-20:00

Box Spazio A

 

presentazione del progetto e dell’Associazione Al.Di.Qua. Artists

03/ottobre
ore 15:00
Agorà Spazio A

AUTORITRATTO IN 3 ATTI

Diana Anselmo

 

Una video performance di Diana Anselmo dedicata al tema dello sguardo. Autoritratto in 3 atti articola, usando anche estratti del manifesto di Al.Di.Qua. Artists di cui l’artista fa parte, la questione dello sguardo da tre differenti angolazioni. Quella dello sguardo proprio, lo sguardo subìto, e lo sguardo riappropriato.

Al.Di.Qua. Artists è la prima associazione italiana, ed in Europa, fondata da e per artisti/e e lavoratori/lavoratrici del settore dello spettacolo accomunati dall’essere orgogliosamente portatrici di corpi disabilitati.

 

INGRESSO GRATUITO

LE ROTTE DEL LINGUAGGIO

 

03/ottobre
ore 16:30
Agorà Spazio A

MOLTI: DISCORSO SULLE IDENTITÀ PLURIME

incontro con Giovanni Boniolo

condotto da Federica Boniolo

 

Di cosa parliamo quando parliamo di identità? Di qualcosa di unico e trasparente, sempre riconoscibile e individuabile? O invece di molteplice, sfuggente, composito? Un unico concetto – quello di «identità» – basta per rappresentare le tante parti in cui ci riconosciamo?
Giovanni Boniolo crede di sì. A patto, però, che di quel concetto si comprenda la ricchezza, tenendone a mente le diverse articolazioni. Questa consapevolezza, se raggiunta, ci permette di non scivolare nell’illusoria leggenda delle «radici», delle tradizioni pure, della soggettività monolitica. Mitologie che sono destinate a rifiutare l’identità altrui, dopo avere soffocato la propria.

Giovanni Boniolo insegna filosofia della scienza e Medical Humanities presso il Dipartimento di Neuroscienze e Riabilitazione dell’Università di Ferrara. È ambasciatore onorario della Technische Universität München, dove è anche alumnus dell’Institute for Advanced Study.

 

INGRESSO GRATUITO

TRAME DI UMANITÀ

 

03/ottobre
ore 18:00
Teatro Spazio A

A PESO MORTO

site specific di Carlo Massari/C&C Company

Creazione ed interpretazione Carlo Massari/C&C Company
Maschere di scena Lee Ellis
Premio TrenOFF2017
Selezione Contact Zones 2019

 

Fotogrammi di una periferia senza tempo e identità, non perché non l’abbia mai avuta, voluta, desiderata, ma perché le è stata sottratta a morsi nell’inutile e alquanto misteriosa nuova definizione di “Città Metropolitana”, che significa tutto e il suo contrario e che sprofonda nell’oblio. Caratteri, una volta protagonisti, oggi disadattati privi di una funzione sociale, comparse passive, astanti in attesa di cadere in una voragine identitaria che ne cancellerà definitivamente la memoria per dare spazio al nulla. La città si “evolve”, espande, dimenticandosi totalmente e lasciando indietro coloro che una volta la rappresentavano con il loro dialetto, i loro detti, memorie, le loro rugosità.
Un lavoro che riporta ancora una volta la Compagnia ad una profonda indagine su cambiamenti e dinamiche sociali.

La Compagnia C&C Company, nata nel 2011 dall’incontro artistico tra Carlo Massari e Chiara Taviani, denota fin dagli esordi una vocazione per l’ibridazione tra danza e physical theater con altri codici artistici, e quindi con la parola recitata e cantata, con il cinema, con la musica e con l’arte contemporanea e performativa, perfettamente calzante con l’ecletticità e versatilità dei suoi performer.

 

BIGLIETTO POSTO UNICO NUMERATO € 5,00

TRAME DI UMANITÀ

 

02-03/ottobre
ore 17:00-19:00
Cortile Spazio A

TOCCA AL(LA) MIA STORIA: ASCOLTA LE DISCRIMINAZIONI DI CUI NESSUNO PARLA

site specific a cura del Gruppo Scout Rovigo 2 Clan Sirio

progetto in collaborazione con Young Board FDZ

 

Siamo immersi in una confusione generale riguardo le discriminazioni, dove si legge di tutto da qualsiasi parte e si creano opinioni e giudizi sulla base di conoscenze più o meno esatte. A volte si prova a capire, altre si cerca di stare distanti da ciò che è scomodo e spesso tutto sembra lontano, sembra non toccarci.
La nostra biblioteca vivente cercherà di avvicinare le persone a situazioni di discriminazione che ci circondano, con il semplice obiettivo di suscitare quell’empatia umana necessaria per ascoltare col cuore le storie di chi fatica a raccontarsi.

 

INGRESSO GRATUITO

Diventa partner
Le nostre iniziative sono realizzate in collaborazione con i privati e le aziende che contribuiscono a questo nuovo fermento culturale. Partecipa anche tu a questa sfida.