28-29 settembre 2019

Festival Tensioni

Una riflessione sul presente.
Un Festival multidisciplinare raccontato da suoni, visioni, corpi, parole, arte, fotografia, poesia.
Navigando alla ricerca di una rotta fra i dubbi propri e le certezze altrui, ci interroghiamo su che tipo di società vogliamo diventare. Raccogliamo esempi dell’agire in maniera diversa, riscoprendo la spinta, che viene dalle emozioni, dal moto di andare verso l’altro riconoscendolo come pari e diverso.
Recuperiamo l’idea di slancio, rispetto a un pensiero diffuso che ci vuole unidimensionali.
Contrastiamo una visione della società totalmente anaffettiva, in cui le parole simpatia, empatia, solidarietà sono svuotate di senso o addirittura messe al bando, dove si sostituisce una prospettiva volta al possibile, con la paura.
Raccogliere urgenze, costruire piccoli linguaggi, provare a trovare risposte in piccole esperienze per restituire una diversa e possibile percezione della realtà, ecco una delle nostre tensioni.
Il 28 e 29 settembre 2019.

Info e biglietti

 

BIGLIETTERIA FESTIVAL
c/o la hall di Sala Bisaglia, CenSer Spa – Rovigo Fiere, Viale Porta Adige, 45 – Rovigo
Sabato 28 e domenica 29 settembre ore 9:30-22:30.
Biglietto unico € 5,00. Ingresso gratuito fino a 12 anni compiuti

 

LA CARTA DEL FESTIVAL
La carta del festival offre la possibilità di acquistare n. 6 biglietti al prezzo agevolato di € 21,00.
Dà diritto ad un posto riservato, non numerato, nelle prime file.
I primi 25 che acquisteranno la carta del festival avranno in omaggio il biglietto di ingresso alla mostra Giapponismo di Palazzo Roverella a Rovigo, offerto da CAT Imprese Confcommercio Rovigo scarl.

 

 

 

Crediti

 

Ideazione e progettazione artistica: La Fabbrica dello Zucchero
Coordinamento: Claudio Ronda
Amministrazione: Claudio Curina
Conduzione talk: Laura Aglio, Camilla Ferrari, Cristina Regazzo
Gestione artisti: Alessandro Alfonsi
Organizzazione e logistica: Annalaura Dolcetto
Ufficio stampa: Manuela Caminada, Beatrice Tessarin
Direttore tecnico: Gianluca Quaglio
Supporto Tecnico: Carlo Service
Grafica: Ida.Identity Atlas, Alice Rossato
Comunicazione, web e social: Enrica Crivellaro, Annalaura Dolcetto, Alice Rossato
Video: Alberto Gambato
Fotografia: Alessia Luciani

 

Un ringraziamento speciale al personale di CenSer Spa – Rovigo Fiere e ai volontari del Festival, classe III A del Liceo Classico Statale “Celio-Roccati” di Rovigo e a tutti gli amici che sostengono il Festival.
Il programma potrebbe subire modifiche. Segui la pagina Facebook per tutti gli aggiornamenti.

28/09

Ore 9:30-19:00
Sala prove – piano terra TENIAMOCI SVEGLI
laboratorio, Tensioni Fanzine Workshop (su prenotazione)
MARIANGELA SAVOIA

Ore 9:30-10:30
Cortile padiglione B TRAME DI UMANITÀ
performance, Will in progress
MUMUCS MARTA LODDO

Ore 10:30-11:30
Sala Rigolin TRAME DI UMANITÀ
talk, Curare le città: rimarginare le ferite per generare nuova socialità
RICARDO STOCCO

Ore 11:30-12:00
Sala Bisaglia
evento apertura del Festival

Ore 12:00-13:00
Sala Bisaglia LE ROTTE DEL LINGUAGGIO
talk, ArTVision+
RAFFAELLA RIVI

Ore 15:00-15:45
Sala Rigolin CINTURE DI INSICUREZZA
talk, Il corpo dell’amore
GIOVANNI ANVERSA

Ore 16:00-17:00
Sala Rigolin NUOVE MAPPE
talk, La facilità di movimento favorisce le relazioni umane?
FRANCO FARINELLI

Ore 16:00-18:30
Cortile padiglione C TENIAMOCI SVEGLI
spettacolo+laboratorio, Il baule di Mangiafuoco
(laboratorio su prenotazione)
TEATRO AMICO

Ore 17:00-18:00
Sala Bisaglia LE ROTTE DEL LINGUAGGIO
spettacolo, A morsi
VASCO MIRANDOLA E MATTATOIO5
ingresso € 5,00

Ore 18:00-18:15
Padiglione B CINTURE DI INSICUREZZA
site-specific, Timeless passion
LAURA DE NICOLAO/CLAUDIO PISA – COMPAGNIA FABULA SALTICA

Ore 18:15-19:00
Sala Rigolin TRAME DI UMANITÀ
talk, 10 ritratti
MATTEO DE MAYDA

Ore 19:15-20:15
Sala Rigolin LE ROTTE DEL LINGUAGGIO
talk, Camera con vista
RAFFAELLA RIVI

Cortile padiglione B NUOVE MAPPE
spettacolo, I Have a Dream
ALPHAZTL Compagnia D’arte Dinamica
ingresso € 5,00

Ore 21:15-22:15
Sala Bisaglia TRAME DI UMANITÀ
concerto, Vita d’artista
SERENA BRANCALE
ingresso € 5,00

Ore 22:30-24:00
Sala Bisaglia TRAME DI UMANITÀ
concerto, Live visual
ROMEA

29/09

Ore 9:30-19:00
Cortile sala prove EVENTI CONTINUATIVI
performance, Geografia virtuale
MARYAM AMIR FARSHI NEJAD

Ore 10:00-11:00
Cortile padiglione B TRAME DI UMANITÀ
talk, To-not-disappear
LUISA FABRIZI

Ore 10:30-12:00
Sala prove TENIAMOCI SVEGLI
laboratorio, Che posto occupo (su prenotazione)
VITO ALFARANO

Ore 11:00-12:00
Sala Rigolin NUOVE MAPPE
talk, Geografia delle relazioni nelle pratiche quotidiane
MATTEO GUIDI

Ore 12:00-13:00
Piazzetta colonne LE ROTTE DEL LINGUAGGIO
talk, Diversità aumentata
BRUNO MASTROIANNI

Ore 15:00-16:00
Sala Bisaglia CINTURE DI INSICUREZZA
talk, Tensione del corpo: quando la separazione genera nuova vita
INSERRA / TERMINIO

 

Cortile padiglione B TENIAMOCI SVEGLI
laboratorio, Il pensiero creativo (su prenotazione)
COOPERATIVA PETER PAN

Ore 15:30-17:30
Cortile padiglione C TENIAMOCI SVEGLI
spettacolo+laboratorio, Il baule di Mangiafuoco
(laboratorio su prenotazione)
TEATRO AMICO

Ore 16:00-17:00
Sala Rigolin NUOVE MAPPE
spettacolo, I Have a Dream
ALPHAZTL Compagnia D’arte Dinamica
ingresso € 5,00

Ore 16:00-17:30
Sala prove TENIAMOCI SVEGLI
laboratorio, Giocando con il corpo e la voce
(su prenotazione)
ANDREA ZANFORLIN

Ore 16:30-17:00
Piazzetta colonne FUORI FESTIVAL
Fridays for future, sezione di Rovigo

Ore 17:00-18:00
Cortile padiglione B NUOVE MAPPE
spettacolo, Odissee anonime. Monologo sull’integrazione
ROBERTO MERCADINI
ingresso € 5,00

Ore 18:00-19:00
Sala Bisaglia TRAME DI UMANITÀ
spettacolo, Quando l’occhio trema
ALLEGRO/CARPENTIERI/MARTINELLO/SAMBIN – TAM TEATROMUSICA
ingresso € 5,00

Ore 19:00-19:30
Sala prove – piano terra EVENTI CONTINUATIVI
evento di chiusura performance, Il momento prima
PRE- COLLETTIVO D’ARTE

Ore 19:00-20:00
Sala Rigolin TRAME DI UMANITÀ
talk, Dove vive l’immaginazione
DIEGO STOCCO

Cortile padiglione B TRAME DI UMANITÀ
performance, Will in progress
MUMUCS MARTA LODDO

Ore 20:00-20:15
Padiglione B CINTURE DI INSICUREZZA
site-specific, Timeless passion
LAURA DE NICOLAO/CLAUDIO PISA – COMPAGNIA FABULA SALTICA

Ore 21:00-22:30
Sala Bisaglia TRAME DI UMANITÀ
concerto, Afrodite Tour 2019
DIMARTINO
ingresso € 5,00

SPETTACOLO
29/09 ore 18:00-19:00
Sala Bisaglia
QUANDO L’OCCHIO TREMA
performance su 9 film di Paolo Gioli
Una performance nata dal desiderio di comporre in un unico spazio-tempo i film e i testi di Paolo Gioli, i suoni di diversi strumenti musicali e la voce recitante. Mentre un’attrice sul palco racconta l’idea artistica, la musica sottolinea la forza degli eventi visivi.
Un viaggio tra le idee e le visioni di coloro che hanno dato il via e che ancora oggi continuano l’attività creativa in un’ottica volta al futuro, senza mai togliere dal centro l’umano. Seguendo un percorso non strettamente cronologico, il montaggio offre uno sguardo sia poetico che storico sul lavoro di Gioli e rende tributo a un artista tra i più significativi nella storia dell’arte cinematografica sperimentale.

 

Film e testi: Paolo Gioli
Cello e sax: Michele Sambin
Batteria e percussioni: Enzo Carpentieri
Voce: Pierangela Allegro
Mixer: Alessandro Martinello
Produzione: Tam Teatromusica
Creazione 2007 / reenactment 2019
Un ringraziamento particolare a Bruno di Marino e rarovideo

SPETTACOLO
28/09 ore 19:15-20:15
Cortile padiglione B
29/09 ore 16:00-17:00
Sala Rigolin

 

I HAVE A DREAM
Il sogno di uguaglianza di Martin Luther King non si è ancora compiuto. Gli uomini sono ancora giudicati non per la loro personalità ma per il colore della loro pelle e tanto ancora c’è da fare per accettare l’altro, il diverso, colui che fugge dalla miseria, dalla guerra civile per approdare, dopo tanti sacrifici e dolore, alle nostre terre, ambite come una nuova occasione per vivere. A distanza di anni il sogno di Martin Luther King è ancora una sfida: I have a dream.

 

Regia e coreografia: Vito Alfarano
Danzano: Tourè Lanfia, Alpha Bah, Samuel Adel, Emmanuel David, Lamine Souare Mohammed
Produzione: AlphaZTL Compagnia d’Arte Dinamica
Co-produzione: Associazione Balletto ‘città di Rovigo’
Con il sostegno economico di Auxilium Soc. Coop. Soc.
Con il patrocinio di Amnesty International Italia
LABORATORIO
29/09 ore 16:00-17:30
Sala prove
GIOCANDO CON IL CORPO E LA VOCE
Vuoi scavalcare la paura in maniera divertente, giocando con le tecniche del teatro? Andrea Zanforlin, attore professionista e operatore in teatroterapia, terrà un laboratorio di “Teatro efficace giocando con il corpo e la voce”. L’iniziativa è aperta a tutti coloro che sono interessati a conoscere il corpo e la voce attraverso il teatro per acquisire più sicurezza e disinvoltura, superando stress e ansie.

 

Partecipanti: ragazzi e adulti anche senza prerequisiti di teatro. Max 15 persone, previa iscrizione a:
comunicazione@lafabbricadellozucchero.com.

TALK
29/09 ore 12:00-13:00
Piazzetta colonne
DIVERSITÀ AUMENTATA
Perché litighiamo tanto online? Perché la connessione aumenta l’incontro con il dissenso, cioè con il diverso modo di sentire e di vedere degli altri. È l’effetto della “diversità aumentata” a cui siamo abitualmente sottoposti dato che, in rete, siamo tutti più vicini. È possibile riuscire a stare in questa differenza senza perdersi in essa? Occorre passare dalla comunicazione felice “che mette tutti d’accordo”, alla disputa felice: saper costruire relazioni significative proprio laddove ci si scopre diversi.
LABORATORIO
29/09 ore 15:00-16:00
Cortile padiglione B
IL PENSIERO CREATIVO
Gli educatori della Cooperativa Peter Pan condurranno delle attività esperienziali con adulti e bambini a partire dagli 8 anni, finalizzate a conoscere e sperimentare il pensiero creativo. Contrapposto a quello convergente, il pensiero creativo apre a nuove possibilità di ragionamento e alla ricerca di soluzioni alternative ai problemi. È alla base della creatività artistica, ma anche dell’apprendimento convenzionale e favorisce lo sviluppo di idee innovative, fuori dagli schemi di pensiero convenzionali.

 

Condotto da: Angelica Boccato, Marta Guolo, Anita Mattioli
Partecipanti: ragazzi e adulti, previa iscrizione a comunicazione@lafabbricadellozucchero.com.
TALK
29/09 ore 19:00-20:00
Sala Rigolin
DOVE VIVE L’IMMAGINAZIONE*
Artista sonoro, inventore di strumenti musicali e di tecniche innovative di sound design, compositore e solista presente su un vasto numero di produzioni, dal cinema hollywoodiano, tv, trailer, album e videogiochi. Uno dei primi artisti a intuire le potenzialità delle varie piattaforme che stavano nascendo online, Diego ha creato una serie di video musicali altamente inusuali ed è stato capace di raggiungere milioni di visualizzazioni quando ancora stava nascendo il concetto di video virale.
Il suo percorso di crescita mantiene al centro del suo lavoro la stessa idea che lo aveva inizialmente motivato: l’esplorazione del suono, della sua qualità, e di come utilizzarlo per creare espressioni musicali uniche e altamente immaginative.

 

*conversazione via Skype

CONCERTO
29/09 ore 21:00-22:30
Sala Bisaglia
AFRODITE TOUR 2019
Dimartino porterà dal vivo con la formazione in trio, tutte le canzoni che hanno segnato il suo percorso, dagli esordi fino all’ultimo disco “Afrodite”, prodotto da Matteo Cantaluppi. L’album ha sancito il ritorno del cantautore ed è già considerato dalla critica un gioiello della musica italiana.

 

Basso e voce: Antonio Di Martino
Pianoforte: Angelo Trabace
Batteria: Giusto Correnti
Chitarra: Simona Norato
TALK
28/09 ore 16:00-17:00
Sala Rigolin
LA FACILITÀ DI MOVIMENTO FAVORISCE LE RELAZIONI UMANE?
Per gli antichi il mondo era uno spazio e l’ipotesi che la terra avesse una forma sferica ha reso possibile il “viaggio” da parte di grandi esploratori. Oggi la geometrica potenza degli algoritmi impone una ridefinizione della realtà che appare immobile e statica o, al contrario, dominata da spostamenti inarrestabili. Può forse la geografia contribuire a sciogliere le tensioni promuovendo nuove relazioni?

 

Evento realizzato in collaborazione con Rotary Club Rovigo

 

TALK
28/09 ore 15:00-15:45
Sala Rigolin
IL CORPO DELL’AMORE
Nell’era della comunicazione digitale gli esseri umani, per rimanere tali, devono recuperare la fisicità del loro essere in relazione e ritrovare il senso della comunicazione interpersonale. Un circolo virtuoso può tenere insieme le persone e i mezzi più moderni e contemporanei e affermare la centralità della relazione. Come in uno spettacolo dal vivo, ogni persona nel suo campo può essere protagonista in un processo di valorizzazione degli spazi e degli incontri, delle connessioni e della conoscenza, dell’agire e del pensare.

MOSTRA
28/09 e 29/09 ore 9:30-22:00
Sala Colonne
VOLTMETRO
Voltmetro raccoglie i risultati del workshop annuale di Ida. Identity Atlas, studio di design della comunicazione visiva, quest’anno realizzato in collaborazione con La Fabbrica dello Zucchero. Per 3 giorni, negli spazi dell’ex zuccherificio, 12 designer hanno interpretato la tematica della prima edizione di Tensioni esplorando i confini della disciplina del progetto grafico nel dialogo con altre forme espressive, dal racconto audiovisivo all’installazione. Il laboratorio è stato guidato da Matteo Guidi, artista e antropologo, e Laura Bortoloni, direttore artistico di Ida.

 

Partecipanti: Lucrezia Caon, Silvia Compagnino, Marco Crivellaro, Annalaura Dolcetto, Alberto Gambato, Alessia Luciani, Luca Paggio, Ilaria Pitteri, Alice Rossato, Mattia Salvà, Mariangela Savoia, Andrea Zanforlin, Giacomo Moro
Collaboratori: Francesco Gubbiotti, Gianluca Quaglio, Gabriele Baldo
TALK 
29/09 ore 15:00-16:00
Sala Bisaglia
TENSIONE DEL CORPO: QUANDO LA SEPARAZIONE GENERA NUOVA VITA
Alessandro Inserra e Nicolò Terminio ci aiutano a riflettere sull’intervento di separazione di due gemelline siamesi marocchine compiuto dall’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, nell’ambito dell’attività sanitaria e scientifica dell’ospedale che non si arresta dal 1869. In quanti modi, oggi, umanità, scienza e tecnologia possono stringere un patto di alleanza per “generare vita”? Si tratta solo di un modello medico-scientifico di agire o possiamo parlare di una “tensione politica” in nome di un desiderio di umanità nei confronti di chi chiede da ogni luogo un’opportunità di vita? In quanti ambiti – personali, familiari, sociali – ognuno di noi prende coscienza della propria esistenza in rapporto all’esistenza dell’Altro e come si può difendere oggi la “geografia delle relazioni”?

 

Incontro sostenuto da Rovigo Convention & Visitors Bureau, in collaborazione con KUM! Festival Ancona
SITE-SPECIFIC
28/09 ore 18:00-18:15
29/09 ore 20:00-20:15
Padiglione B
TIMELESS PASSION
L’attesa, l’anticipazione, la curiosità di qualcosa che è già accaduto o sta per accadere. Il continuo respingersi, avvicinarsi, e ancora allontanarsi come poli omologhi che si affrontano.
La sinergia di due corpi che si cercano per toccarsi e fondersi, l’erotismo, vivo e intenso, generato dall’attesa, dall’anticipazione di un bacio ancora non dato o forse dal sapore di uno appena concluso. Parole e gesti sono solo un preludio a ciò che il destino ha già scritto.
Coreografia e interpreti: Claudio Pisa, Laura de Nicolao

INSTALLAZIONE
28/09 e 29/09 ore 9:30-22:00
Padiglione B
TALK
29/09 ore 10:00-11:00
Cortile padiglione B
TO-NOT-DISAPPEAR
To-not-disappear è uno specchio interattivo che sfida chi gli è davanti a lottare per venire riflesso. Quando qualcuno entra nel campo visivo dell’installazione, la sua immagine perde fuoco e saturazione. Per ottenere la loro immagine i visitatori devono urlare contro la macchina.
L’installazione costringe i visitatori a prendere distanza dalle norme sociali del buon gusto e moderazione. To-not-disappear invita ad esprimere la propria individualità attraverso un urlo primordiale, trasformando il visitatore da consumatore passivo a performer, sollecitando un contatto intimamente esplosivo con la propria umanità.

 

collaborazione e supporto: André Landwehr, Piet Jarmatz

LABORATORIO 
28/09 ore 9:30- 19:00
Sala prove – piano terra
TENSIONI FANZINE WORKSHOP
Una fanzine è una pubblicazione a tiratura limitata, autoprodotta con tecniche e mezzi a basso costo: colla, forbici, disegni, trasferelli, fotocopie… Il termine nasce da una contrazione di “fan” (appassionato di un qualche fenomeno culturale) e “magazine” (rivista). In passato erano infatti prodotte da appassionati di fantascienza, fumetto, musica e cinema. Spesso le fanzine parlavano di realtà locali, dando la possibilità di confrontarsi e discutere tematiche politiche e sociali. Alla Fabbrica dello Zucchero Mariangela Savoia partirà dai concetti chiave del festival Tensioni per insegnare a realizzare delle fanzine in analogico.

 

Cosa portare: penne, pennarelli, adesivi, scotch colorati, vecchi giornali, immagini da ritagliare e incollare, timbri… qualsiasi cosa ti diverta utilizzare. Il laboratorio non richiede competenze specifiche.
Partecipanti: ragazzi e adulti. Max 10 persone, previa iscrizione a comunicazione@lafabbricadellozucchero.com.

PERFORMANCE
29/09 ore 9:30-19:00
Cortile sala prove
GEOGRAFIA VIRTUALE
Troppo spesso la geografia definisce gli esseri umani, ma quando intervengono la pittura o la fotografia qualcosa cambia, si genera una relazione. Con questo lavoro, la visual artist iraniana Maryam Amir Farshi Nejad intende trasformare questa relazione in arte e tracciarne un’impronta attraverso l’interazione con il pubblico e gli spettatori, fissando nella fotografia le loro percezioni.
Di fronte alla tela dell’artista, il pubblico diventa performance e parte di nuove opere in continuo divenire.

MOSTRA FOTOGRAFICA
28/09 e 29/09 ore 9:30-22:00
Muretto caldaie
TALK
28/09 ore 18:15-19:00
Sala Rigolin
10 RITRATTI
Un gruppo di adolescenti palermitani pompa le proprie biciclette per suonare musica neomelodica a tutto volume. Gli espropriati dalla Pedemontana Veneta lottano per salvare le loro aziende agricole, oltre tremila. Una cooperativa di donne Saharawi sono alle prese con un corso di pasticceria nel deserto. Un movimento di albergatori veneti si oppone all’accoglienza dei migranti terremotando di NO tutta la regione. La squadra femminile di calcio delle isole Vestmann, tra le più titolate del campionato islandese, si allena tra i vulcani. Gli abitanti di Sutera (Caltanissetta) accolgono 30 richiedenti asilo per dare nuovo impulso alla natalità. Queste alcune delle storie raccontate da Matteo de Mayda.
TALK
29/09 ore 11:00-12:00
Sala Rigolin
GEOGRAFIA DELLE RELAZIONI NELLE PRATICHE QUOTIDIANE
Un talk che mostra, attraverso una selezione dei progetti più significativi di Matteo Guidi, a metà tra antropologia sociale e arte contemporanea, i metodi con i quali gli individui gestiscono i propri movimenti quotidiani per mezzo di sistemi fortemente definiti che tendono a oggettivarli. A partire dall’osservazione di diversi gruppi sociali, Guidi analizza come questi si relazionino con la cultura materiale, focalizzandosi sui possibili nuovi usi e assegnandogli nuove simbologie. Con l’uso di tecniche come la fotografia, il disegno, il video o l’installazione, Guidi genera un lavoro critico e sottile e allo stesso tempo carico di poetica.

 

PERFORMANCE
28/09 ore 9:30-10:30
29/09 ore 19:00-20:00
Cortile padiglione B
WILL IN PROGRESS
Marta Loddo, cantante e performer oristanese, nel 2012 dà vita al progetto mumucs, una traversata per voce sola e loop station dove l’improvvisazione procede senza limiti di genere.
È un percorso che nasce dall’improvvisazione e si cristallizza in forma di canzone, in cui l’esplorazione di sé e del proprio suono, che si ripete, si moltiplica e si trasforma, traccia una rotta che attraversa correnti e momenti di quiete. È un progetto che ha un inizio, ma non una fine. È un navigare a vista, una scoperta di sé attraverso l’uso della voce in cui l’unica regola è non avere paura di non avere una direzione.

PERFORMANCE
28/09 e 29/09 ore 9:30-19:00
29/09 EVENTO DI chiusura performance, 19:00-19:30
Sala prove – piano terra
IL MOMENTO PRIMA
“pre- Con valore temporale, esprime un rapporto di anteriorità in verbi o sostantivi indicanti azioni eseguite prima di un dato termine, oppure avvenimenti che precedono altri nel tempo…”
Pre- è un collettivo d’arte che nasce dall’esigenza di quattro giovani artisti, ancora nel loro momento di formazione, di far conoscere il loro lavoro quando ancora si sta strutturando, in costante evoluzione.

 

Pittura: Jacopo Zambello
Scultura: Irene Stellin e Angela Trione
Fotografia: Daniele Allegro

 

TALK – Artvision+
28/09 ore 12:00-13:00
Sala Bisaglia
TALK
28/09 ore 19:15-20:15
Sala Rigolin
CAMERA CON VISTA
“Ho sempre pensato che avere una telecamera in mano fosse un ottimo motivo per accedere a realtà sconosciute e per poter osservare da vicino persone e luoghi.” Raffaella Rivi ha lavorato nelle carceri, con i ragazzi diversamente abili, sordi, con gli immigrati, nelle aziende, nelle università, nei teatri usando la telecamera come strumento di rivelazione.
Il rapporto tra immagine, strumenti, senso e relazione: questa la tematica che la film maker approfondisce in un viaggio attraverso i suoi lavori più significativi. Il suo approccio alla narrazione si caratterizza per uno sguardo che non si ferma alle forme precostituite ma ne cerca di nuove utilizzando i linguaggi correnti per osservare il reale e restituirne una visione sfaccettata.

 

TALK
28/09 ore 10:30-11:30
Sala Rigolin
CURARE LE CITTÀ: RIMARGINARE LE FERITE PER GENERARE
NUOVA SOCIALITÀ
Nelle politiche di riqualificazione urbana, nasce prima l’innovazione o le relazioni di comunità? Non si tratta solo di recuperare spazi e beni pubblici, la riqualificazione è un’opportunità per tessere nuove trame di connessione tra sistema pubblico e sistema privato, meglio se trainato da giovani. Quali energie e risorse vanno impegnate per innescare il processo affinché diventi virtuoso?

SPETTACOLO
29/09 ore 17:00-18:00
Cortile padiglione B
ODISSEE ANONIME. MONOLOGO SULL’INTEGRAZIONE
Storie di Senza Nome e di Nessuno. Ossia storie vere di due migranti i cui nomi non vengono rivelati: uno nato in Afghanistan, l’altro in Costa D’Avorio. Dal loro paese alla destinazione di un primo viaggio, da lì ad un paese che si affaccia sul Mediterraneo, da lì all’Italia. Un racconto picaresco e tragico: con gesta che potrebbero essere raccontate in un romanzo d’avventura o in un poema epico.
Il “poeta parlante”, Roberto Mercadini, affronta uno dei temi più complessi della contemporaneità, creando uno spettacolo sul percorso dei richiedenti asilo e sull’incontro con la realtà italiana.
Di e con Roberto Mercadini

CONCERTO
28/09 ore 22:30-00:00
Sala Bisaglia
LIVE VISUAL
La band polesana prende il nome dalla famosa strada statale che collega Ravenna a Mestre, un luogo di passaggio che attraversa il Polesine forzandone in parte la geografia. Allo stesso modo la musica dei Romea è fatta di passaggi e di stati d’animo che si susseguono e che ben descrivono la vita interiore di chi vive quei luoghi, tanto isolati quanto poetici. La band è nata dall’idea di mettere insieme un gruppo di musicisti per creare un progetto che trovasse ispirazione nei generi trip-hop, hip-hop, jazz ed elettronica. Grazie a collaborazioni con diversi artisti, i live della band sono arricchiti da proiezioni visive che rendono ogni concerto più “esperienziale”.

 

Aka DJ LB e turntables: Alberto Tessarin
Piano: Paolo Garbin
Basso: Alessio Simoni
Batteria: Antonio Zanellato

CONCERTO
28/09 ore 21:15-22:15
Sala Bisaglia

 

VITA D’ARTISTA
Immaginando di avere solo 50 minuti per raccontarsi nasce un disco “libero”: cantautorale nel contenuto e jazz nella forma. Demodé, ironico, romantico ma spiccatamente groovy, Vita d’Artista rappresenta il microcosmo dell’autrice sempre sul fil rouge tra pop e jazz, che attinge dall’universo musicale senza schemi e impiega piccoli espedienti tecnologici per la creazione di veri e propri racconti cantati personalissimi. Eclettica, virtuosa, vulcanica, Serena Brancale è riuscita a conquistare il grande pubblico e spopola sul web anche grazie a una serie di video dove, con ironia, racconta i retroscena del mondo musicale e della vita dei musicisti.

 

Voce, multipad e loop: Serena Brancale
Fender rhodes e basso synth: Domenico Sanna
Drumpad: Dario Panza

SPETTACOLO+LABORATORIO
28/09 spettacolo ore 16:00-17:00,
laboratorio ore 17:30-18:30
29/09 spettacolo ore 15:30-16:30,
laboratorio ore 16:30-17:30
Cortile padiglione C
IL BAULE DI MANGIAFUOCO: STORIE DI GRANDI E PICCOLI EROI
Il baule di Mangiafuoco fonde lo spettacolo dal vivo tradizionale del teatro dei burattini con l’animazione di strada. I temi del festival si sviluppano attorno a tre storie: Pinocchio di Collodi, Antigone di Sofocle e Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare di Luis Sepúlveda, osservate con le lenti dell’empatia, della simpatia e della solidarietà. Segue la performance, un laboratorio per ragazzi dove la manualità, la lettura e il confronto diventano momento fondamentale per assimilare e approfondire le sfumature di ogni storia.

 

Partecipanti: bambini dai 6 agli 11 anni. Max 20, previa iscrizione a comunicazione@lafabbricadellozucchero.com.

SPETTACOLO
28/09 ore 17:00-18:00
Sala Bisaglia
A MORSI
Aprire finestre con un urlo, dar sfogo alla rabbia, usare parole come pietre, come frecce, per rompere muri, per buttare giù pareti che dividono, per far entrare aria che ci dia respiro. Dire con parole che non offendano, non chiudano, non feriscano, non distinguano, ma comprendano. Ridare dignità a chi le pronuncia e a chi le ascolta, tentare un salvataggio. Un viaggio nei testi della nuova poesia, che racconta il disagio dei nostri tempi e disegna una mappa di resistenza attiva che propone dialogo, umanità e coraggio.

 

Testi e voce recitante: Vasco Mirandola
Chitarra: Davide Truffo
Voce, basso e synth: Tommaso Meneghello
Synth, programming e visual: Filippo De Liberali

LABORATORIO 
29/09 ore 10.30 – 12.00
Sala prove
CHE POSTO OCCUPO
Il laboratorio prevede un lavoro di movimento individuale e di coppia basato sul trasporto e la fiducia. Il tutto avviene attraverso la comunicazione non verbale e i partecipanti, trovato il coraggio di “mettersi in gioco”, diventano veri e propri corpi scenici.
Partecipanti: ragazzi e adulti, anche senza prerequisiti di danza. Max 20 persone, previa iscrizione a comunicazione@lafabbricadellozucchero.com.
I partecipanti dovranno munirsi di una benda.
EVENTI CONTINUATIVI
28/09 e 29/09 ore 10.00 – 12.30 / 16.00 – 18.30
Ciclo-pedonale

I luoghi attraverso una nuova prospettiva, quella del suono.
Animeranno la ciclabile: Mattia Angeli e Lorenzo De Vincentiis, Michele Carandina, Piera Marsilio, Marcello Ubertone, Stefano Pastore, Beatrice Pizzardo, Walter Sigolo, André Deco Silva.
FUORIFESTIVAL
29/09 ore 16.30 – 17.00
Piazzetta colonne
Intervento del movimento ambientalista internazionale Fridays for future, sezione di Rovigo, contro il cambiamento climatico.

Il bando

In vista del Festival, La Fabbrica dello Zucchero ha lanciato la sua prima call rivolta ad artisti attivi su progetti multidisciplinari, con l’obiettivo di sollecitare una riflessione sulla tematica scelta per l’evento che si terrà a Rovigo il 28 e il 29 settembre 2019.
Le tensioni sono delle forze, delle energie, delle scosse che generano cambiamenti, nuove destinazioni, nuove mappe che rimandano al muoversi come fattore imprescindibile dell’uomo.
Termine ultimo per l’invio delle proposte: 11/08/2019. I risultati saranno resi noti, ai diretti interessati entro 20 giorni dalla scadenza del bando.
Scarica il bando.
Scheda di partecipazione
Autorizzazione al trattamento dei dati personali
Vai agli esiti della prima edizione.
Diventa partner
Le nostre iniziative sono realizzate in collaborazione con i privati e le aziende che contribuiscono a questo nuovo fermento culturale. Partecipa anche tu a questa sfida.